Monthly Archives: ottobre 2015

Hub o cassetta?

Bimbetta fuori uso mi sta permettendo, fra un suo sonnelilno e l’altro, di prendere a studiare vecchie passioni e di antrare nel nuovo millennio con stile.
 
Io arrivo ciclisticamente da una vecchia scuola dove il 53T la corona e 11T il pignone  era la norma. Attualmente la corona e’ un po’ piu’ piccina ed e’ ridotta a 50 denti. Ora si punta di piu’ allo spin, all’alta frequenza della pedalata che non ha molto a vedere con i “rincicloniti” che annaspano come forsennati sull’orlo dell’infarto e non sanno usare il cambio: in piano preferiscono le ginocchiate a raffica sul mento piuttosto di mettere un rapporto piu’ lungo.
 
Quando ho restaurato la mia attuale bici ho messo lasciato la corona del 53 e il pignone da 15 e’ passato a 11. E’ il classico rapporto da corsa, pesante ma da soddisfazione velocistiche e anti-stress: lo uso anche da fermo proprio perche’ mi permette di modulare molto la forza e credo che la partenza “soft” ha un che di esteticamente elegante.
 
Sto valutando un nuovo acquisto e per poter avere una metro di confronto oggettivo con un cambio nel mozzo (Nexus 11 con pignone da 18) mi sono messo a studiare un po’ i rapporti che ho sulla bici attuale per scoprire il suo sviluppo metrico
sviluppo metrico

Calcolo dello sviluppo metrico per una bici da corsa (che monta la misura 700c)

Lo segno qui perche’ magari anche altri possono trovare interessante questo “studio”: come calcolare lo sviluppo metrico di un cambio tradizionale e di uno con demoltiplicatori nel mozzo.
Per misurare lo sviluppo metrico, ovvero i metri che percorre la bici con una giro di pedale, occorre sapere:
  • il numero di denti della corona
  • il numero di denti del rapporto piu’ piccolo del pignone
  • circonferenza della ruota
La formuna e’ molto semplice: denti corona / denti pignone * circonferenza ruota
La bici attuale e la nuova hanno delle ruote da 700c hanno una circonferenza di 2136mm, quindi, il calcolo della vecchia e’ semplice:
53 / 11 * 2136 = 10291mm
E qui ho avuto la prima epifania: con una pedalata faccio 10 metri! Ora capisco davvero cosa significa quando mi dicono che e’ lungo e capisco la faccia stupita dei vecchietti che al parco mi chiedono “ma lo usi davvero?”.Son soddisfazioni. Mi piace!
Ho trovato un cerchio su Amazon con un Nexus 11 e un bel con pignone da 18. Questo cambio da come riferimento non un “numero di denti” ma dei rapporti di moltiplica o demoltiplica in base alla marcia selezionata: ha un rapporto moltiplicatore circa 1:1 con la quinta marcia,  1:0.995 per esattezza, ma puo’ demoltiplicare di un fattore che va da 0.527 in prima a 2,153 in indicesima.
Quindi se consirediamo il rapporto piu’ lungo, il dodicesimo, con una bella corona da 39 denti si ottine:
39 / 18 * 2136 * 2,153 = 9964mm
Sono 10 metri contro 10,3 metri: potrei accontentarmi… 🙂
 
ps: tabella e formula trovata qui http://www.valpolicellabike.it/site/cronaca/tabella-sviluppi-metrici.html